Abitare un paese
è anche una mostra diffusa…

La mostra diffusa “Abitare un paese, in montagna” si è svolta nel centro storico di Vione a partire dal 28 dicembre 2021 con grandi manifesti affissi sui muri del paese: un racconto delle migliori esperienze di intervento sull’edilizia storica dei centri alpini. La mostra presenta architetture esemplari per tipologia di intervento, metodo e atteggiamento critico, funzioni insediate, committenza e capacità di innescare processi di rilancio sociale, nel dialogo tra rispetto del patrimonio storico e necessità contemporanee. I venti progetti presentati riguardano interventi di recupero del patrimonio edilizio storico, in prevalenza rurale e in piccoli borghi alpini: li caratterizza il rispetto del valore ambientale e culturale delle preesistenze e, accanto al loro attento restauro, l’adeguamento a nuove funzioni e necessità mediante l’inserimento di materiali ed elementi dichiaratamente moderni. Questi si accostano alle testimonianze del passato senza sostituirle, aggiungendo alla storia dell’edificio un presente vivo.

I progetti selezionati illustrano interventi diversi per tipologia (ricostruzione tipologica, recupero abitativo, restauro funzionale), committenza (pubblica, di enti e associazioni culturali, di aziende e di privati) e funzioni (abitative, culturali, commerciali e produttive). Dimostrano inoltre come la riqualificazione architettonica rispettosa della memoria ma attenta alle nuove esigenze innesti processi virtuosi, utili a mantenere in vita o risuscitare comunità, edifici e insediamenti altrimenti destinati all’abbandono o ridotti a rudere.

La scelta di Vione quale sede espositiva e luogo di avvio di ricerca e discussione è dettata dalla volontà di tradurre gli esempi in esperienza, le intenzioni in fare.

La mostra, allestita negli spazi aperti e in interni liberamente fruibili del centro storico, comprende grandi teli appesi su edifici, steli disseminate per strade e piazze e pannelli esposti entro due tabià. Ciascun telo, dedicato a un progetto, presenta una fotografia accompagnata da un termine iconico che ne evidenzia la volontà, diventando suggerimento applicabile anche al contesto vionese.

Le architetture presentate, localizzate nell’intero arco alpino italiano e svizzero, sono opera di progettisti diversi per età, provenienza e formazione ma accomunati da intelligenza interpretativa ed eleganza nelle soluzioni adottate. Selezionati da ARCA, sono illustrati anche significativi esempi di Valle Camonica, a sollecitare un produttivo dialogo con i progettisti locali.

Gallery

Clicca sulle immagini per ingrandirle

…e incontri tecnici di approfondimento

Nel 2022 sono iniziati a Vione alcuni appuntamenti tecnici di incontro e confronto sul tema dell’architettura, organizzati in collaborazione con ArCa, l’Associazione di Architetti Camuni che grazie a un gruppo di Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Valle Camonica opera sul territorio dal 2013.

VIONELAB e ArCa, insieme, hanno promosso degli importanti momenti di formazione, in presenza e on line, molto partecipati.

Tanti esperti hanno dato a VIONELAB il loro contributo concreto di analisi e proposte per il futuro: mai teorici o astratti, sempre concreti e dentro il vissuto della comunità. Di seguito il calendario degli incontri con i link per rivederli.

Gli incontri continueranno nei prossimi mesi, come appuntamenti fissi di VIONELAB  e si apriranno alla dimensione più generale del “costruire in montagna”, con l’apporto di designers, di esperti della comunicazione, di tecnici e “autocostruttori” provenienti da tutto l’arco alpino.

25 novembre 2023

Architettura e paesaggio alpino

18 novembre 2023

Costruire futuro per le piccole Comunità

11 novembre 2023

Riabilitazione strutturale negli edifici storici montani

21 gennaio 2023

Restauro timido per piccoli paesi.
Interventi minimi per una qualità condivisa

Marco Ermentini

3 dicembre 2022

Ripensare piccole comunità. Le aree interne

Emanuele Piccardo, Alessandra Pioselli e Giorgio Azzoni

26 novembre 2022

La cultura architettonica come dialogo.
L’esperienza del Comitato per la cultura architettonica e il paesaggio della Provincia Autonoma di Bolzano

Sergio Pascolo in dialogo con Giorgio Azzoni e Mauro Testini

12 novembre 2022

Rigenerazione architettonica e paesaggio.
Esperienze di recupero e azioni comunitarie in Comelico

Viviana Ferrario e Andrea Turato

18 giugno 2022

Esperienze di rigenerazione in Valle Camonica

Attilio Cristini, Riccardo Faustinelli, Marianna Rossi, Sergio Ghirardelli e Luca Sajeva in dialogo con Fabio Maffezzoni

9 aprile 2022

L’architettura delle cose semplici. Luoghi, materiali e tecniche nel dialogo tra modernità e tradizione

Armando Ruinelli in dialogo con Giorgio Azzoni e Fabio Maffezzoni

26 marzo 2022

Rivitalizzare paesi e borghi montani. Ricerca e buone pratiche applicate: Paraloup, Campofei e altri luoghi

Daniele Regis in dialogo con Giorgio Azzoni e Mauro Testini

26 febbraio 2022

Traduzione della Tradizione. Progettare l’innovazione nel paesaggio montano

Federico Mentil e Enrico Scaramellini con presentazione di Giorgio Azzoni